Dom. Set 25th, 2022






 

 

Ha strappato l’accordo firmato con gli altri sindaci favorevoli alla chiusura delle scuole e le riapre (dopo appena sei giorni dall’ordinanza sindacale ndr.) obbedendo all’appello del prefetto di Napoli, Claudio Palomba, che in questi giorni e attraverso le pagine dei giornali regionali, ha spiegato perché sia necessario riaprire le scuole e non fermare la didattica in presenza a Napoli e in provincia.

 

 






 

 

Per il primo cittadino stabiese l’ennesimo esempio di scarsa coerenza a sostegno delle proprie decisioni e coraggio nel riaffermarle dinnanzi a chicchessia, mentre sui social divampano le polemiche con genitori completamente confusi e arrabbiati sul rientro a scuola dei propri figli da lunedì 17 gennaio 2022. Un primo cittadino pro tempore molto pro tempore, che sembra già commissariato dalla prefettura di Napoli e fra qualche giorno lo sarà realmente con lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche, che potrebbe arrivare al suo passo finale e la firma in calce del ministro Lamorgese al consiglio dei ministri nei giorni prossimi alla elezione del nuovo presidente della Repubblica, il giorno 24 gennaio 2022. ‘E chest’è! 

 

 






Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.