Una situazione veramente imbarazzante per un’amministrazione definita del fare ma per quanto riguarda anche l’igiene urbano ha fatto veramente poco o niente, anche per richiamare quantomeno all’ordine alla Due A Tecnology.

 

 






 

 

La storia è sempre la stessa, da quasi quattro anni a questa parte, dove a metà dell’esperienza amministrativa nella ex città delle Acque il sindaco Cimmino, sottobraccio con l’assessore fresco di nomina, Antonio Cimmino, si inventarono un’altra rivoluzione fake per sperperare qualche altro soldino pubblico: quella delle mini isole ecologiche; mai entrate in funzione, come quella di via Napoli (nella foto ndr.) installata nel parcheggio della scuola comunale nel rione Postiglione e diventata addirittura bazar con capi di alta classe in mezzo al degrado. ‘E chest’è!






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *