Dom. Gen 29th, 2023






 

 

Su Terme abbiamo raccolto le firme per chiedere un Consiglio comunale
Non possiamo accettare di perdere un patrimonio di inestimabile valore economico e turistico per la Città di Castellammare di Stabia.
Abbiamo raccolto le cinque firme necessarie per chiedere la convocazione del Consiglio comunale su Termalismo perché abbiamo notato una grossa confusione anche nelle dichiarazioni di questi giorni dell’assessore al bilancio.
È evidente che si sta sottovalutando quanto sta accadendo e sfugge la gravità del problema.
Di Nardo, da Presidente del Consiglio che fu costretto a prendere atto del fallimento di Terme di Stabia e da assessore al Bilancio che sta facendo fallire Sint, è un po’ confuso e non sa come affrontare la questione.
Il patrimonio che ha sempre contraddistinto la Città delle Acque sta per svanire, o meglio, passerà a qualche privato che deciderà come disporne.
E’ indispensabile discutere di questo momento drammatico in Consiglio comunale, è necessario individuare tutte le possibili prospettive per il futuro del termalismo nella città delle Acque e su questa questione i cittadini non possono non essere resi partecipi attraverso il Consiglio Comunale.
E’ possibile che sia stato commesso qualche errore o superficialità?
Pensiamo proprio di si! Oggi pende un giudizio in Corte d’Appello che ci vede soccombenti. Come è stato possibile che il verdetto del primo grado di giudizio sia stato ribaltato? Ci incuriosisce conoscere le motivazioni che hanno portato a sostituire l’avvocato che era stato capace, nel primo grado di giudizio, di concludere favorevolmente il contenzioso a favore dell’ente.
In questo momento il nostro peggior nemico è il tempo, perché il 18 gennaio 2021 si concretizzerà il procedimento concordatario e non potremo più impedire che i beni della SINT, quindi le Terme del Solaro, vadano all’asta.

 

 






 

 

La domanda, quindi, sorge spontanea: con quale sollecitudine è stato richiesta la fissazione del giudizio in Cassazione? L’ente ha operato con sollecitudine?
In ultimo, ma non per ultimo, per Terme Antiche, dopo tre anni non è accaduto ancora nulla, eppure è stato nominato un consulente ad hoc, quali sono i risultati che ha portato?
C’è materia sufficiente per una discussione da fare pubblicamente.
È giunto il tempo di assumere decisioni per il futuro, prima che gli eventi lo facciano per noi.

I consiglieri comunali 

Andrea Di Martino Stabia L@b – Iv
Francesco Iovino PD
Francesco Nappi M5s
Giovanni Nastelli Uniti per Stabia
Tonino Scala Leu
Michele Starace Partito della Città






Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *