Resteranno a Monfalcone ancora per almeno 18 mesi. Questa è la tristissima novità, che spegne definitivamente gli entusiasmi dei 37 lavoratori (e non più 55 ndr.): abbandonati dalla politica nazionale, regionale e locale. Dopo la sceneggiata di Torre Annunziata, come da noi anticipato qualche giorno fa (LEGGI QUI), è saltata anche l’ultima possibilità per gli ex MEB di accasarsi a Sant’Antonio Abate.

 

 






 

 

Per Alessandro Vescovini non resta altro che battere la ritirata, attraverso le pagine di Metropolis Quotidiano. Vescovini è sicuramente stufo di aver investito dove non vale più la candela, e difficilmente recupererà quello che ha già sborsato in questa avventura, che sia avvia purtroppo verso la fine. Se il mellone è uscito bianco
E mo’ cu chi t”a vuó’ pigliá?! ‘E chest’è! 

 

 






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *