Sono stati apposti alle 10.35 di questa mattina i sigilli al cantiere abusivo dell’Eav all’interno del Parco idropinico di Castellammare di Stabia. Continua il braccio di ferro tra il presidente dell’ente regionale, Umberto De Gregorio e il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, che di buon’ora, questa mattina poco dopo le ore 9.00, ha fatto pervenire nell’area attenzionata da diversi giorni agenti della polizia e tecnici comunali, che hanno atteso i tecnici dell’Eav per contestargli il tutto e mettere la cosiddetta parola fine sulla vicenda.

 

 

Ma l’impressione è che tutto finirà sicuramente in Procura: l’ennesima vergogna che ha visto ancora una volta il patrimonio stabiese al centro di possibili speculazioni con tanto di squallidi scempi ambientali.

IL RACCONTO IN VIDEO DI GENNY MANZO

O

 

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *