Nessuna apertura dei glaciali emissari del gruppo Fontana dell’imprenditore Giuseppe Fontana, amministratore della Meridbulloni di Castellammare di Stabia. Il giorno dei giorni trasformato nel giorno in cui il “prenditore” di Monza e Brianza ha mandato all’inferno 81 lavoratori e le rispettive famiglie davanti alla delegazione di eletti e nominati del presidente della regione Campania, Vincenzo De  Luca e del premier, Giuseppe Conte, che hanno saputo fare veramente ben poco oltre le solite promesse di ammortizzatori sociali e spiccioli per per farlo tornare sulle proprie decisioni.



I rappresentati del gruppo Fontana hanno ribadito il trasferimento per gli 81 lavoratori a quasi mille chilometri di distanza dal sito produttivo di Castellammare di Stabia, che presto sarà smantellato, entro il 31 gennaio 2021 pena licenziamento. Adesso si spera almeno in una proroga dei termini ma anche su questo gli emissari dei Fontana hanno fatto sapere che lo slittamento dei termini già definiti sarà concesso solo a coloro che sono comunque intenzionati a trasferirsi alla IBS di Torino. ‘E chest’è!



Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *