La città di Castellammare non è “cosa vostra” che vi alzate al mattino e decidete senza preavviso chiusure e sensi di marcia. Chi “fraveca e sfraveca” non perderà di certo tempo, ma il dovere di chi amministra, è di comunicare le proprie decisioni con chiarezza e per tempo. Noi vi abbiamo chiesto di discutere pubblicamente di questo Pum in un consiglio comunale partecipato.




Quella è la sede in cui vi daremo i nostri contributi. Nel frattempo, dopo il disastro che avete già combinato, possiamo chiedervi di stare “cionchi” e non assommare caos a caos, con decisioni improvvise, estemporanee e senza preavviso, come quella di stamattina?

Fonte: La Moleskine di Andrea Di Martino – Facebook




Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *