Sab. Ott 1st, 2022

Affidamenti diretti o fiduciari in violazione del “principio di rotazione”, evidenziando il sussistere di un’alternanza “sequenziale” e cronologicamente ravvicinata degli affidamenti sempre agli stessi operatori economici, oltre ad inviti o assegnazioni dirette senza alcuna adeguata motivazione e spesso in carenza. Nelle poche pagine di riepilogo della ministra Lamorgese per far comprendere a Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che aria tirasse a Castellammare di Stabia oltre gli affidamenti diretti dell’amministrazione del fare del sindaco e testimone di nozze di uno degli operatori economici e componente di una locale famiglia mafiosa, ai quali poi il Comune di Castellammare di Stabia affidò lavori e servizi – come abbiamo spesso raccontato anche attraverso il nostro blog -, in quasi quattro anni di amministrazione Cimmino ci sono anche i rapporti denunciati dalle opposizioni consiliari politiche ai cosiddetti: amici, degli amici, degli amici, degli amici…

 

 

 

Tutto su carta, tutto alquanto evidente per gli ispettori della commissione d’accesso chiamata poi a chiarire anche su questo nei sei mesi di permanenza a Palazzo Farnese e tutto prodotto durante l’amministrazione del sindaco di Forza Italia, Gaetano Cimmino, che attende ora solo i tempi e le decisioni della procura di Torre Annunziata dopo l’immane lavoro della DDA di Napoli del sostituto procuratore, Giuseppe Cimmarotta.

(2 Continua)

Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.