Un’amministrazione comunale, quella del sindaco di Forza Italia, Gaetano Cimmino, distratta dalle  troppe cose in pentola e che non è stata in grado di rispettare tempi e  requisiti per vedersi rinnovata dalla regione Campania, la concessione delle Acque termali, che sono in capo proprio al presidente, Vincenzo De Luca per quanto riguarda la Campania.

 


L’amministrazione del fare, a quanto pare, getta la spugna per quanto riguarda il rilancio del termalismo attraverso le acque, o almeno così sembra da tre anni a questa parte. Nessuna valorizzazione non solo delle Acque da parte dell’amministrazione di centro destra (che ha perso anche la possibilità di finanziamento attraverso il Mise ndr.) ma anche di quei ex lavoratori termali (che contano anche una propria rappresentante in consiglio comunale nella maggioranza ndr.) ammutoliti da Cimmino&Co. con le quanto mai improbabili promesse di ripresa lavorativa attraverso Sint, i corsi di formazione remunerati, ricorsi e l’assistenzialismo di stato per chi ancora può. ‘E chest’è!

 

 


Di desk

Un pensiero su “De Luca si riprende le Acque termali di Castellammare di Stabia!”
  1. Dopo il fallimento delle varie amm.zioni comunali che si sono succedute sul problema terme. In considerazione che l’acqua è un patrimonio non solo stabiese ben venga un Ente sovracomunale, che si prenda carico della rinascita di un patrimonio che la natura generosamente ha donato principalmente a noi stabiesi . Ormai abbiamo toccato il fondo, unica Città al mondo dove falliscono anche gli stabilimenti che producono acque minerali, pur avendo la materia prima a km O. Il problema è un altro, non avendo un reale peso politico nel governo regionale chi prenderà a cuore le sorti delle nostre povere terme, un tempo vanto della nostra reale economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *