Quel brutto pasticcio del concorso alla scuola Carducci. 
Ho appena depositato una interrogazione al sindaco e all’Assessore alla pubblica istruzione per capire cosa è successo al concorso per assumere insegnati alla scuola dell’infanzia Carducci.
Prima si fa un bando per una scuola paritaria che non prevede tra i titoli che fanno punteggio l’aver insegnato in una scuola paritaria.






Poi una specifica del dirigente dichiara che gli insegnamenti alle paritarie saranno considerati. Infine si fa il concorso escono le graduatorie ma gli anni di insegnamento alle paritarie vengono ignorati, provocando una valanga di ricorsi. Nel frattempo si blocca tutto e si chiamano le insegnanti che lo scorso anno avevano svolto supplenza a rinnovare i contratti per altri due mesi, rischiando un di produrre pasticcio amministrativo irrimediabile.
Chiedo al sindaco di pretendere la massima trasparenza su procedimento amministrativi così delicati ed agire a tutela dei diritti dei partecipanti al concorso e dei bambini che frequentano la scuola.






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *