Il comune di Castellammare di Stabia del super dirigente e del super istruttore ai lavori pubblici, decide di investire (su indirizzo politico dell’amministrazione comunale del fare) 4mila e 500 euro per ricercare, attraverso il mercato elettronico della pubblica amministrazione, un laboratorio di analisi per tenere sotto controllo l’acqua della fonte San Giacomo, sulla quale da sempre ci sono dubbi sulla sua autenticità chimica.






Queste analisi periodiche e complete finalmente potranno svelare anche l’arcano e capire se l’acqua che sgorga in via salita Quisisana è acqua che per la sua leggerezza in epoche passate veniva consigliata anche ai neonati oppure è semplicemente acqua San Giacomo della Gori. ‘E chest’è!






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *