Sarà il caso, sarà la volontà, sta di fatto che la Commissione d’accesso voluta dal prefetto di Napoli, Marco Valentini, su delega della ministra, Luciana Lamorgese, in risposta alle migliaia, migliaia e ancora migliaia di pagine di indagini della DDA, del sostituto procuratore, Giuseppe Cimmarotta,






avrà quale vicina di stanza a palazzo Farnese proprio la “Sacrestia” dell’ amministrazione Cimmino, e quella segretaria generale, Loredana Lattene, che tutto avrebbe dovuto vedere e tutto altrettanto sentire in questi anni di permanenza. La tris ministeriale Enrico Gullotti, Ivan Iannucci e Giada Patriarca, da quello che ci sussurrano, è partita proprio da lei per sapere, e per iniziare a costruire il puzzle, che potrebbe portare addirittura allo scioglimento per infiltrazioni camorristiche dell’amministrazione del fare. ‘E chest’è! 






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *