Sono stati ritrovati questa mattina sull’arenile stabiese, all’altezza dell’Asl NA 3 SUD a corso De Gasperi, due animali di piccola taglia, molto probabilmente un cane e un vitellino, in avanzato stato di decomposizione.






L’ennesimo orrore a pochi metri dell’ultima pulizia fatta questa mattina dai volontari di Legambiente Castellammare di Stabia e Campania, che hanno classificato l’arenile stabiese tra quelli ancora fortemente inquinati, e hanno raccolto diverse buste di micro e macro inquinanti provenienti dal fiume Sarno, dal Rivo San Marco e da tutti gli altri sversatoi abusivi ancora presenti in questa parte di territorio stabiese. 

Nonostante qualcuno, per squallidi interessi politici ed economici, continui a vedere vicinissima la balneabilità: questa è l’ennesima dimostrazione che ci troviamo al cospetto di un altro libro dei sogni raccontato dalla politica nazionale, regionale e locale. ‘E chest’è! 






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *