Non ne sapeva assolutamente nulla e ne avrebbe avuto contezza solo attraverso i comunicati (LEGGI) e le rassegne stampa del giorno stesso e dopo. Il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, non ci sta proprio a svendere una parte del proprio territorio, seppur privata, a un investimento industriale privato della città di Castellammare di Stabia.

 

 




 

Non è una questione di campanile ma di linee guide politiche, trasparenza e di rispetto istituzionale. Infatti, da quello che noi sappiamo, il primo cittadino oplontino sembra che non fosse proprio a conoscenza di questa possibile trattativa – ritenuta addirittura sospetta dallo stesso Ascione dalle pagine de Il Mattino di oggi -. L’ennesimo bluff della politica in passerella all’insaputa dell’imprenditore reggiano-emiliano, Alessandro Vescovini, e dei 55 ex guerrieri della Meridbulloni, costretti a trasferirsi da diversi mesi a Monfalcone per continuare a sopravvivere a livello lavorativo. ‘E chest’è! 

 






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *