Mer. Set 28th, 2022




Dati somministrati, che non rispecchiano la realtà in tempo reale dei positivi, guariti e tuttora positivi. Anche Castellammare di Stabia, come in tutta la Campania, si ci trova a dover dibattere e anche prendere decisioni – per le massime figure istituzionali-, su dati che viaggiano in ritardo di almeno dieci giorni su quelli reali.




Questo è solo uno degli ultimi dei tantissimi problemi che la regione Campania non è riuscita a risolvere prima della seconda ondata anzi, addirittura lo ha peggiorato: consentendo ai centri privati di poter procedere a tamponi, che in tantissimi casi non vengono denunciati alle autorità competenti e quindi non rientrano nel conteggio giornaliero regionale. ‘E chest’è!




Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.