Era zeppo di monnezza il bidone dato alle fiamme ieri in tarda serata nei pressi del cancello di un nutrito condominio in via Rajola a Castellammare di Stabia. Purtroppo nonostante le azioni di contrasto da parte dell’amministrazione comunale continua ad esserci in città un controllo del territorio pari allo zero e una capacità, altrettanto insufficiente per una città di circa 70mila abitanti, di punire i colpevoli di un qualsiasi atto delinquenziale. Intanto, per per ore, i residenti della zona a poche centinaia di metri dal centro cittadino hanno dovuto “tapparsi” in casa per non respirare la diossina sprigionata dal grande ammasso. ‘E chest’è!

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *