Sab. Ott 1st, 2022

Fermatevi: criminali!
Sindaco scetete esci da questo letargo

“Castellammare perde anche la stazione delle Antiche Terme: diventerà un B&B. Ho sentito ieri sera il dirigente del settore tecnico che mi ha spiegato la questione burocratica, lui non ha responsabilità, applica la norma, ma chi, come sempre, doveva entrare nel merito delle scelte, ha deciso di non farlo: vergogna”, lo ha detto Tonino Scala, consigliere comunale di LeU.

“Vergogna – ha continuato Scala – Nonostante il vincolo, visto che trattasi di un’opera progettata da Marcello Canino, i lavori proseguono, complici Comune e Soprintendenza. Siamo di fronte alla Regione e all’Eav che attuano la politica del me ne frego, e ad un sindaco incapace di decidere. Questa pantomima, questo tecnicismo becero e ignobile è da criminali”.
“La città due anni fa ha votato un Sindaco, non un tecnico preso dal suo non decidere, non scegliere su nulla e far fare tutto a tutti dietro la scusa del cavillo giuridico. In questo caso complice la Sovrintendenza che fa finta di non vedere.
Mi vedrò costretto per l’ennesima volta ad andare in Procura svilendo ancora una volta il mio ruolo. Non sono per la via giudiziaria, ma per il primato della politica, purtroppo da due anni gioco a guardia e ladri visto che chi ha il dovere di decidere non lo fa. Fermatevi, criminali!


La stazione delle Antiche Terme è un progetto troppo importante per la città.
Quell’area, quel quartiere, quella stazione sono strategici per Castellammare e per il comprensorio. La fermata delle Antiche Terme è propedeutica allo sviluppo di quell’area e la città non può restare prigioniera per 12 anni di una scelta non condivisa che pregiudicherebbe la progettazione futura non solo della stazione e della riapertura della stessa, ma lo sviluppo del termalismo legato alle Antiche terme, all’Acqua della Madonna e al Centro Antico.
Fermatevi, criminali”, ha concluso

Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

2 pensiero su “Castellammare, Tonino Scala (LeU) su stazione Eav Fincantieri-Terme: “Fermatevi, criminali””
  1. Non ho parle per questo scempio che sta subbendo Castellamare, da oltre un decennio, non sono stabiese, ma leggo ogni giorno tante cone sempre a penalizzare una città storica per le sue risorse naturalistiche, artistiche e archeologiche, uno scempio quoditiano, dalle terme alla stazione al Sarno, alla rivalutazione di tutta la costa balneare , non so come tutte le associazione e altre organizzazioni , non scendon in piazza a ribbellarsi , sopratutto quando ci saranno le nuove amministrative, la matita nella cabina eletorale vale molto di più di u compromesso. Forza Castellamare di Stabia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.