Sab. Set 24th, 2022

Una gara verso la quale ci sarebbe stata tutta l’estate per istruirla e affidarla ma per il Comune di Castellammare di Stabia dei Commissari Cannizzaro, Passerotti e Valentino non sono bastati i canonici tre mesi di calma per sbollentare la grana refezione scolastica nelle scuole comunali di Castellammare di Stabia.

Tutta colpa del prezzo di gara definito troppo basso e la volontà dell’amministrazione comunale di trovare un ditta che possa rispondere alle esigenze dei genitori, che sono sull’allerta per il pericolo cibi precotti e poco salutari serviti ai propri figli, considerando anche le decine e decine di posti di lavoro nelle mense interne che nel caso di refezione esterna andrebbero persi per l’anno scolastico che parte ufficialmente oggi per tutti. ‘E chest’è!

Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.