Sab. Ott 1st, 2022


Un Centro di Studi Superiori dedicato all’Innovazione e all’Aerospazio, con sede permanente a Castellammare di Stabia, dal titolo SPACE SUMMER SCHOOL, promosso dagli istituti superiori stabiesi, Liceo Scientifico “Francesco Severi” e “Liceo Classico Statale “Plinio Seniore” e dalla Fondazione IDIS – Città della Scienza di Napoli.

È quanto emerso questa mattina sabato 13 novembre nel corso del convegno SPACE TOUR “La Cultura dell’Innovazione” presso l’auditorium del Liceo Scientifico stabiese. Un appuntamento che ha visto, tra i vari relatori, l’intervento dell’ingegnere del CNR e membro dell’equipaggio Space Flight Pantaleone Carlucci e dell’ingegnere Lucia Paciucci (tecnologo CNR, backup di equipaggio), che hanno riportato in città un’esperienza diretta della cultura spaziale italiana, tra le più prestigiose e di lunga tradizione al mondo.

Saranno tre italiani, infatti, i primi europei a fare un volo suborbitale con la Virgin Galactic, la compagnia creata dal magnate Richard Branson con l’equipaggio proprio l’astronauta Pantaleone Carlucci che sarà a bordo dello spazioplano Spaceship-2 insieme al colonnello Walter Villadei e al tenente colonnello Angelo Landolfi per la missione Virtute-1.

​Alla platea di studenti, rappresentata anche da una numerosa delegazione proveniente dal Liceo Classico, gli astronauti hanno raccontato soprattutto la propria esperienza personale e il percorso di studi che gli hanno permesso di affermarsi in un settore affascinante e in continua crescita, anche nell’offerta formativa e occupazionale in Italia e in Campania.​
“L’opportunità di intraprendere una carriera aerospaziale non è più un sogno per pochi – hanno dichiarato i due astronauti – le università, le grandi agenzie governative e le multinazionali private lavorano in sinergia e in tutto il mondo, con l’Italia che occupa un ruolo predominante”.
Il convegno ha riaffermato il ruolo di Castellammare nella tradizione storica dell’Innovazione e l’Aerospazio, a partire dalle storiche imprese dell’AVIS – AVIonica Stabiese e di personalità di settore che hanno dato prestigio alla nostra città nel mondo.
Nel 2012 il Liceo Scientifico ha ospitato l’astronauta Roberto Vittori dell’Agenzia Spaziale Europea e Medaglia d’oro al Valore Aeronautico, in occasione dell’Expo Spazio e del Gala Dinner di chiusura alla Reggia di Quisisana. Nel 2020 lo stesso Vittori è stato tra i firmatari della candidatura di Castellammare a Capitale della Cultura Italiana.


L’incontro di questa mattina è stato promosso dal Liceo Scientifico “Francesco Severi” di Castellammare di Stabia nell’ambito della Giornata Mondiale della Scienza e dello Sviluppo, in collaborazione con l’associazione culturale “Garden Club Stabiae” per la salvaguardia dei principi fondamentali della Natura e dell’Ambiente sul territorio e il contributo scientifico del Polo Tecnologico Aerospaziale “Fabbrica dell’Innovazione” di Napoli, incubatore di impresa che promuove e condivide i valori della Conoscenza e dello Sviluppo Tecnologico anche nel mondo della Scuola.
Al tavolo dei relatori erano presenti anche autorevoli esponenti del mondo della Ricerca e della Scienza: l’ingegnere Massimo Cavaliere (Direttore Generale Fondazione IDIS – Città della Scienza), la dott.ssa Veronica La Regina (Amministratore Unico Nanoracks Europe), l’ingegnere Marcello Spagnulo (Presidente Marscenter) e il professore Giovanni Squame (Presidente ALI scarl)

Fonte: Comunicato stampa


Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.