Può sembrare che avendo nominato sin dall’inizio della esperienza amministrativa un garante per le disabilità l’amministrazione del fare sia all’avanguardia almeno per quanto concerne il tema delle barriere architettoniche in città, per tentare di salvaguardare: disabili, fragili, anziani o genitori a passeggio con i propri neonati o bambini e invece no;






Castellammare di Stabia è la Capitale delle barriere architettoniche! Partiamo con la nostra lunghissima passeggiata con tre attraversamenti pedonali nelle pericolosissime e trafficatissime via Tavernola e viale Europa, mancanti dei cosiddetti scivoli per agevolare l’attraversamento delle categorie sopracitate. 

Tre delle tantissime vergogne, e ci siamo fermati qui proprio per non sparare ancora una volta e inutilmente sull’incapacità atavica dei dipendenti e degli uffici comunali, che dovrebbero controllare e validare i lavori pubblici, e che fa ribrezzo non solo ai cittadini che avrebbero bisogno di maggiore funzionalità delle opere pubbliche ed inclusione ma per l’intera città. ‘E chest’è!

(1.Continua)






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *