Si è attribuito il merito e il contatto con l’imprenditore friulano, Alessandro Vescovini, nella vertenza Meridbulloni ma, nei fatti, a quanto apprendiamo da fonti vicinissime ad ambienti di centrodestra, non è stato assolutamente suo ma di una cordata di politici di centro destra e centro sinistra capeggiati dal coordinatore cittadino di Forza Italia, Nello Di Nardo.

Questa fuga in avanti del primo cittadino stabiese , ha fatto arrabbiare (e non poco) anche qualche parlamentare europeo e qualche consigliera regionale forzista. Una mossa infausta che, in tempi di rimpasto di giunta al comune di Castellammare di Stabia, rischia di far saltare definitivamente il tavolino (e non il tavolo) già traballante del sindaco-pinocchio.

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *