Il PUM di Totò e Peppino partirà il 27 settembre a Castellammare di Stabia ma i commercianti stabiesi del centro cittadino sono sul piede di guerra con Totò Cimmino e Peppino Scafarto e si schierano contro il tentativo di innovare Castellammare di Stabia dal punto di vista della mobilità. 

Lamentele, disagi e difficoltà raccolte dall’Ascom, che incolpa l’amministrazione comunale dei gravi danni al tessuto sociale ed economico.




Infine, sempre secondo l’associazione commercianti stabiesi, non va trascurato che la chiusura e  la desertificazione di alcune zone (piazza Giovanni XXII, via Sarnelli e via Napoli ndr.) senza adeguati controlli delle forze dell’ordine esporranno gli imprenditori ad eventi criminosi di ogni tipo.

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *