Sab. Set 24th, 2022

Il Piano Mobilità Urbana all’origine “era troppo scorrevole e funzionava troppo bene”, secondo le parole di un fiduciario del sindaco Cimmino. E per renderlo, a questo punto, meno scorrevole e adatto a una città come Castellammare di Stabia – dove non funziona niente o quasi – qualcuno pensò bene di prendere il piano, che un noto ingegnere stabiese donò alla sua città e al primo cittadino, farlo modificare a un’altra professionista, alla cifra di euro 30 mila. Chapeau!

(1.Continua)

Commenta con il tuo profilo Facebook ebook

Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.