Dovrebbe essere la plancia di comando dell’amministrazione del fare del sindaco Cimmino e della polizia locale dell’assessore-fantasma Di Nardo, visto che durante gli orari di turnazione è presente un drappello






ma piazza Giovanni XXIII, da oramai tre anni, è il fulcro dell’illegalità, nella quotidiana e fantomatica sagra tollerata finanche dal primo cittadino stabiese e il suo staff quando magari capita, e capita molte volte in questi mesi, di fare notte a palazzo Farnese. ‘E chest’è! 






Di desk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *